Gli abitanti della postmodernità tecnoliquida: cosa rende umano l’umano?

Intervento del Prof. Tonino Cantelmi al Convegno:

“I bit rotolano dovunque. Umanità, educazione, tecnologia: dove stiamo andando?”

Roma 10/05/2018 – Iniziativa promossa da Filosofia TorVergata

 

 

 

 

 

 

 

 

Tonino Cantelmi, Gli abitanti della postmodernità tecnoliquida: cosa rende umano l’umano?

 

“..dal sistema cervello-mente analogico al sistema cervello-mente digitale, dove la tecnologia è un mondo da abitare: modifica l’assetto cognitivo, l’assetto emotivo-affettivo e l’assetto sociorelazionale; questo attraverso un passaggio intermedio, quello degli immigrati digitali.

..una delle dimensioni antropologiche che diventano fondamentali nella costruzione dell’esperienza oggi è la VELOCITA’: l’analogico colloca l’esperienza nell’ambito spazio-tempo, il digitale nello spazio-velocità(tutto deve essere velocissimo oppure NON E’: contemporaneità ed immediatezza della trasmissione dell’esperienza ecc.).. una delle conseguenze è la grande trasformazione della relazione sentimentale: cambia il concetto di intimità, vicinanza, di amicizia..

..siamo dunque forse alle soglie di una mutazione antropologica..

..la rivoluzione tecnologica: il tema dell’autenticità è un tema che viene imposto dalla rivoluzione digitale, le esperienze che noi facciamo attraverso la tecnologia, oggi, sono esperienze assolutamente reali, importanti e decisive che anticipano l’incontro con il reale.. il sistema cervello-mente che va verso la trasformazione digitale però perde qualcosa: ad es. la capacità di guardarsi negli occhi e di capirsi, di provare qualcosa di simile e di essere solidali..

..la teconomediazione della relazione..

..il punto centrale, ciò che rende umano l’umano è ancora e sarà sempre l’ineludibile bisogno di un incontro autentico.. le strade di felicità che noi costruiamo sono caratterizzate da incontri autentici quelli che ci cambiano..”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *