Agensir : Bambini uccisi, aumenta la strage silenziosa. Cantelmi (psichiatra): “Crollo delle capacità genitoriali”

E’ in corso una vera e propria strage di innocenti consumata per lo più all’interno delle mura domestiche. Nel 2018 sono stati 31 i figli uccisi dai genitori, con un aumento del 47,6% sull’anno precedente. La rivela oggi l’Eures lanciando l’ “allarme figlicidi”. Ma a questi dati vanno aggiunti gli omicidi di piccolissimi per mano dei compagni di madri spesso acquiescenti. Lo psichiatra Cantelmi: “Società sempre meno protettiva nei confronti dei minori”

“L’aumento dell’uccisione di bambini – figli propri o della compagna – è uno dei tanti segnali, ma forse il più inquietante, del crollo della capacità di accudimento e di assunzione di responsabilità degli adulti nei confronti dei minori”, dice al Sir lo psichiatra Tonino Cantelmi al quale abbiamo chiesto una lettura del fenomeno all’indomani della sua audizione, ieri, in Commissione parlamentare per l’infanzia dove, ci racconta, ha portato proprio questo tema.“Nel fenomeno in crescita degli omicidi di bambini – spiega – si mescolano diversi fattori di rischio ma in generale, quello cui assistiamo, è il crollo delle capacità genitoriali di accudimento, di protezione e di assunzione di responsabilità nei confronti dei propri figli.

Per continuare a leggere l’ articolo clicca qui : ARTICOLO ORIGINALE QUI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *