Buona la prima – ’State a casa a Natale’, l’appello dell’Oms Europa. Il Cdm decide le restrizioni per le festività. Le possibili ripercussioni su anziani e persone sole

Restare a casa durante il Natale, a prescindere dalle restrizioni alla mobilità adottate dai governi. E’ l’appello lanciato da Oms Europa. E mentre si attende la stretta anti-Covid di fine anno che dovrebbe essere varata nel Cdm delle 18, per il presidente della conferenza delle Regioni Bonaccini l’importante è avere la consapevolezza che serve grande rigore per evitare la terza ondata. Rezza, consigliere del ministro della Salute, avverte che ’l’Rt tende a non scendere più’ e chiede ’atteggiamenti previdenti per evitare che l’epidemia riparta durante la campagna vaccinale’. Ma le restrizioni nei giorni di festa possono avere pesanti ripercussioni psicologiche su chi è anziano e-o solo. Focus con Tonino Cantelmi, presidente Associazione psichiatri e psicologi cattolici. È il tema della puntata di Buona la prima, condotto da Federica Margaritora, in onda dal lunedì al venerdì alle 18.13. Il programma, che approfondisce le notizie del giorno, apre con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi le notizie in primo piano dell’agenzia LaPresse, con Caterina Parise, caporedattore, e la prima pagina de La Sicilia, con il direttore, Antonello Piraneo.

Link all’intervista: https://www.radioinblu.it/2020/12/18/buona-la-prima-state-a-casa-a-natale-lappello-delloms-europa-il-cdm-decide-le-restrizioni-per-le-festivita-le-possibili-ripercussioni-su-anziani-e-persone-sole/